Vuoto

Questo lavoro è stato esposto alla seconda edizione di Surprize, tenutasi al Centro Arti Visive Pescheria di Pesaro.

Vuoto

— 2019
Celestino Marco Cavalli
Nuove Tecnologie dell'Arte

Progettazione Multimediale

Il “vuoto”, inteso come senso interiore di mancanza, irrompe nella vita quotidiana, proprio laddove si crede che sia bandito ogni mistero e tutto sia sotto controllo.
Tramite una serie di autoscatti, l’autore mette in scena delle azioni quotidiane, facendo in modo che ci sia sempre un elemento mancante, visibile grazie alla sua assenza.
La struttura è minimale e centralizzata, l’effetto è destabilizzante grazie alla relazione tra il visibile e l’invisibile, tra la serietà del tema trattato e l’amara ironia che emerge dalle scene.